18.01.2013

Il Transmodul: flessibilità infinita

Schubert alla ProSweets 2013 di Colonia 

Crailsheim. Allo stand F-20/G-029 (padiglione 10.1) della Gerhard Schubert GmbH il visitatore può ammirare una linea picker in lavorazione con di barrette di cioccolata. Sei robot TLM-F4 prelevano ininterrottamente 600 barrette al minuto dal nastro arrivo prodotti e li depositano su dei Transmodul. 

Che si tratti di barrette di cioccolata, biscotti, praline oppure bottiglie, tubetti, sacchetti o lattine, l’impianto può trattare diverse tipologie di prodotto, confezionandoli ovviamente in diversi scenari desiderati. L’altissima flessibilità è resa principalmente possibile grazie all’impiego dei Transmodul:

I Transmodul sono veicoli intelligenti azionati da un servomotore con la funzione di svolgere differenti trasporti dentro l’impianto 

Dal settembre 2008 la Schubert monta il sistema Transmodul sulle sue macchine confezionatrici con un crescente successo. Nel frattempo i Transmodul posso svolgere un trasporto continuo (simulando ad. es una catena di trasporto) oppure un mix di differenti velocità nella stessa corsa . Queste caratteristiche li rendono ideali per il sistema di traporto sulle linee picker. 

La flessibilità nasce quando si unisce meccanica semplice con un controllo intelligente in combinazione ad utensili facilmente intercambiabili. Il Transmodul, il primo robot trasportatore del mondo, è stato sviluppato proprio secondo questi criteri. L’utensile intercambiabile in questo caso è una piastra agganciata e progettata alle specifiche del prodotto da trattare.

Pensando ad una cambiando formato la sopra nominata piastra  viene sganciata facilmente in pochi secondi sostituendola con il formato nuovo. L’integrata pompa a vuoto garantisce inoltre la tenuta del prodotto durante i movimenti. 

Il transmodulo aumenta in modo esponenziale la flessibilità delle macchine confezionatrici, cosa che lo rende da subito il sistema di trasporto del futuro. Come valore aggiunto inoltre il Transmodul introduce una certa ridondanza nelle macchine confezionatrici cosa che li rende ancora più semplici ed ordinate nella funzionalità. 

Sempre al salone inoltre, su un maxischermo di 3 m di larghezza, la Gerhard Schubert GmbH mostra molte altre soluzioni altamente flessibili. 

(Gerhard Schubert GmbH Verpackungsmaschinen alla ProSweets 2012, Halle/Padiglione 10.1, Stand F-20/G-029)