21.04.2010

Verso il successo con le macchine per l'imballaggio TLM

Le macchine per l'imballaggio devono far fronte ad una concorrenza a livello mondiale sempre in aumento. I mercati richiedono una varietà di modelli sempre maggiori. Nonostante le dimensioni dei lotti diminuiscano, bisogna continuare a realizzare dei processi di confezionamento sicuri. Solo chi come Schubert, produttore di elaboratori d'immagine industriali, che ha costruito 25 anni fa il primo robot per l'imballaggio al mondo e che costruisce oggi con i suoi sistemi per il confezionamento TLM probabilmente le macchine per l'imballaggio più flessibili al mondo, potrà accompagnare i suoi clienti verso il successo sicuro.  In futuro per avere successo saranno decisive la velocità e la flessibilità con le quali si riuscirà ad adeguarsi alle nuove esigenze dei mercati. La tecnologia del confezionamento flessibile ha il suo prezzo. Una macchina flessibile per l'imballaggio  TLM offre oggi una durata di 40 anni d’esercizio e giustifica così ampliamente il suo prezzo. La flessibilità di una macchina dipende dalla possibilità di ammodernarla, se necessario e dalla sua capacità di adeguarsi automaticamente ai diversi prodotti e alle diverse confezioni oltre che alla facoltà di adeguarne di volta in volta la cadenza.